Coppa Italia: sconfitta in semifinale contro lo Sporting Cecina

La semifinale di Coppa Italia di eccellenza Toscana, tra Fratres Perignano e Sporting Cecina si apre ufficialmente al 10’, a favore degli ospiti quando un giovanissimo Ferretti, classe 2007, lanciato da El Falahi spara un missile che si infila alle spalle di Gliatta. 

Poco più tardi, dalla parte opposta, si fanno vedere i padroni di casa. Buono l’inserimento di Zefi, anticipato però prontamente da Modica per il Cecina. 

Al 28’ si riporta pericolosamente in avanti la formazione di Miano, grazie alla conclusione di Carlotti che si stampa sul legno. Sulla ribattuta poco preciso il compagno El Falahi.

E’ un botta e risposta in campo. Al 33’ è Taraj per i locali a calciare clamorosamente alto ben servito da Pennini. 

Nella ripresa, subito pericolosi i ragazzi di Cristiani con Rosi, che spreca clamorosamente la ribattuta in area dalla distanza di Mancini.  

Il Cecina non sta a guardare e qualche minuto più tardi prova di nuovo l’allungo con il solito Falahi, che però non centra lo specchio della porta. 

Sul fronte opposto ghiottissima occasione per il Fratres. Respinta sulla linea di porta la conclusione corta di Rosi, non agganciata poi da Sciapi poco più in la. 

Il gol del pareggio è caldo per i padroni. Una manciata di secondi, e al 69’ dagli sviluppi di un angolo battuto da Ficarra, è Taraj a beffare Barbanera con una conclusione in acrobazia. 

Il Cecina incassa ma non sta a guardare, e poco più tardi impensierisce di nuovo la difesa di casa con Falahi respinto con i piedi da Gliatta. 

E’ il 78’ quando il Fratres ha l’occasione per chiudere definitivamente la partita, ma anche questa volta la lucidità non aiuta i ragazzi di Cristiani, ed è ancora Taraj a sparare clamorosamente su Barbanesera. 

Gli ospiti ne approfittano e ad un paio di minuti dalla fine del match riescono a portarsi in vantaggio grazie alla rete di Skerma che vale vittoria e accesso alla finale di Coppa Italia.