Fratres Perignano 4 – Massese 0

Al Matteoli di Perignano, Fratres in grande spolvero nell’ultima di Campionato contro la Massese. 

Primo squillo dopo un paio di minuti di gara, a tinte bianco nere, con il destro dalla distanza di Bonini che non impensierisce troppo Colucci tra i pali. 

Risponde poco più tardi il Fratres con la conclusione di Rosi che si spegne però tra le braccia di Pierucci. 

E’ il 24’ quando la formazione di casa riesce a trovare la rete del vantaggio con Sciapi, bravo a sfruttare a rimorchio l’assist ghiotto di Rosi. 

Sciapi è scatenato e poco dopo ci riprova con un mancino poco preciso che sfila sul fondo. 

Intorno alla mezz’ora sempre per il Fratres, cerca e trova la conclusione anche Baggiani ma la palla vola poco alta sopra la traversa. 

La Massese incassa gli attacchi e prova la reazione sul finale di primo tempo, con il colpo di testa di Buffa che prima si schiaccia sul verde e poi impenna tra le braccia di un attento Colucci. 

Negli ultimi minuti della prima frazione di gioco c’è ancora tempo per i padroni di casa. 

Al 40’ Rosi si fa respingere la conclusione da un bravo Pierucci in uscita, che si impegna poco più tardi sul tiro di Ficarra.

Nella ripresa ripartono subito forte i ragazzi di Cristiani. 

Al 53’, dagli sviluppi di un calcio d’angolo è Petri, con un colpo di testa a non  inquadrare lo specchio della porta. 

Siamo intorno al 70’ quando Sciapi raddoppia con un tiro dalla distanza che beffa Pierucci in uscita. 

Qualche minuto più tardi riprova ancora la conclusione dal limite Ficarra, ma il tiro vola ancora sopra la traversa. 

Dopo di lui, è il subentrato Taraj a inventarsi la conclusione ancora una volta servito da Rosi, ma il tiro è poco preciso e finisce fuori. 

Ad una manciata di minuti dalla fine del match, è Taraj ad apporre la firma sulla rete del tre a zero, con un tiro preciso dal limite che si infila alle spalle del numero uno della Massese. 

Sul finale di match c’è tempo anche per la rete del quattro a zero a favore del Fratres, che regala a Sciapi la gioia della tripletta personale e del 27esimo gol in stagione che lo proclama ancora una volta capocannoniere del girone A di Eccellenza.